Virgilio Vecchia. Novecento

Virgilio Vecchia. Novecento

Sabato 13 aprile, ore 10.00 – Inaugurazione della mostra pittorica Novecento. Virgilio Vecchia al Castello di Padernello. Prosegue l'indagine e la valorizzazione della Fondazione Castello di Padernello degli artisti bresciani attraverso un'esposizione dedicata a Virgilio Vecchia – dal 13 aprile fino al 30 novembre – in un allestimento minimale che esalta sia la bellezza del Castello che la sensibilità pittorica dell'artista.

Vecchia nasce a Brescia nel 1891 e lavora nella ferramenta del padre in Via Fratelli Porcellaga, è pittore autodidatta svezzato dallo zio materno Gian Battista Bosio, note e affermato pittore. L'artista vive e opera durante il ventennio, prende parte al regime e, avvicinatosi al neo nato partito nazionale fascista, diventa l'artefice della fascistizzazione dell'arte bresciana. Aderisce Novecento italiano, corrente nata sull'onda del ritorno all'ordine: Vecchia vuole trasformare il contesto culturale e artistico bresciano ancora – al suo sguardo – troppo legato al paesaggio d'impronta ottocentesca. Tuttavia la visione di dell'artista non riesce e non può essere letta esclusivamente in un quadro di totale aderenza al regime. Il suo sguardo si allarga oltre il plasticismo e il ritorno all'ordine, il Novecento di Vecchia, infatti, non asseconda le tentazioni auliche e non cede all'allegoria enfatica di regime – se non per alcune commissioni – ma si concentra sul minuto mondo domestico, una realtà frugale e familiare, dove le principali modelle sono la moglie e la governante.

Vecchia si inoltre dimostra un artista sensibile e aperto, pur non sposandole, anche alle nuove tendenze non figurative. È attento ad uscire dai propri confini locali e con umiltà si approccia ai suoi contemporanei per continuare ad imparare da loro. La sua formazione si focalizza sul disegno come elemento primario e fondamentale del fare artistico. A sua volta diventa un maestro, si sacrifica e si dedica alla formazione dei nuovi artisti, tra cui il noto artista bresciano Oscar di Prata. È lui, infatti, nel 1929, ad aprire la Scuola di figura dal vivo del Sindacato provinciale fascista, operazione estremamente significativa per un città priva di accademia.



in dettaglio

Quando Sabato 13 Aprile 2019 | 10:00
Fine evento Sabato 30 Novembre 2019 | 23:00
Luogo
Castello di Padernello
Via Cavour, 1, 25022 Borgo San Giacomo BS, Italia
Castello di Padernello

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv