• Leggende Copertina
Mercoledì, 04 Aprile 2018 17:17

Le abitudini della strega Berta

Scritto da Gian Mario Andrico
Il tempo antico? Il tempo in cui Berta filava? Scomparso! In quei giorni era necessario preservare i bambini dal suo tocco malefico. Bisognava appoggiare dietro la porta una scopa di saggina e un pettine fitto fitto. La strega è superstiziosa, crede nella fatalità dei numeri. Conta i fili della scopa e i denti del pettine, da sinistra verso destra.
Conta che ti conta, l’alba arriva. Allora deve fuggire, per non rimanere lì pietrificata. Nel giorno della Berta, la vigilia dell’Epifania, dopo il suono dell’Ave Maria vespertina e mentre calano le ombre, la strega vola su campi e paesi. La segue una schiera di bimbi rapiti dalle culle. Tengono il passo di Berta e piangono. Porte e finestre sono spalancate, le tavole imbandite. Ma nessuno può assistere al pasto dei bimbi. Poi il viaggio continua al chiar di luna. Talvolta (è successo ancora), i genitori che riescono a riconoscere il figlio e a chiamarlo per nome, ne ottengono l’immediata liberazione. Tutti gli altri ritornano alla caverna dove vive Berta, e ci rimangono per un altro anno.
Ultima modifica il Giovedì, 05 Aprile 2018 09:48

Fondazione Castello di Padernello

Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (Bs)

Contatti

+39 030 9408766 in orario d’ufficio
info@castellodipadernello.it

Canali social

| | | VIDEO

Orari di apertura del Castello

Dal Martedì al Venerdì:
9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
Sabato:
14.30 - 17.30
Domenica
14.30 - 18.30


Tickets

Visita Castello + Mostra - Intero: € 7,00
Visita Castello + Mostra - Ridotto: € 5,00
Visita Mostra: € 5,00

L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso. Il Castello è visitabile solo con guida negli orari indicati.
Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura.