Domenica 23 giugno si è svolta la prima edizione del 2019 di Padernello a tavola, la particolare e gustosa forma di raccolta fondi, destinati alla ristrutturazione di parte del Castello di Padernello. Questa cena itinerante nei 4 ristoranti di Padernello con gran finale in Castello, vede ogni volta un crescendo di adesioni. I piatti serviti sono sempre ben studiati e si sposano bene con i vini proposti in degustazione. L’edizione estiva vede sempre la presenza dei produttori vinicoli del Consorzio di Montenetto, che ha come punti di riferimento geografico principali i comuni di Flero, Poncarale e Capriano del Colle, dove grazie al terreno calcareo argilloso si coltivano il Marzemino, localmente denominato Berzemino, e il Trebbiano di Soave e/o Trebbiano di Lugana e/o Trebbiano Toscano.

La Regione Lombardia, con il decreto n. 5654 del 18 aprile 2019, ha confermato la qualifica di soggetto di rilevanza regionale ai sensi dell’art. 7 della l.r. 25/2016 alla Fondazione Castello di Padernello come uno dei soggetti che organizzano iniziative di promozione per la valorizzazione dei beni culturali immobili. Tale qualifica è stata data alla Fondazione dal 2018.

Venerdì 22 marzo 2019 l’Assessore in visita nella Bassa Bresciana ospite della Fondazione Castello di Padernello

Un altro turismo è possibile è il tema che sembra emergere dall’incontro tra l’Assessore Regionale al Turismo Lara Magoni e il Presidente della Fondazione Castello di Padernello Domenico Pedroni.

Giovedì, 20 Dicembre 2018 01:17

Pisello nano Zollino

Scritto da

Siamo l'Azienda agricola Calò e Monte e produciamo solo legumi. Siamo legati a Slow Food come Comunità del Cibo di Zollino. Produciamo otto tipi di legume: il fagiolo con l'occhio, la cicerchia, il cece, la lenticchia, la fava – questa è denominata cuccìa perché è un termine grico. Noi facciamo parte della Grecìa salentina e siamo una minoranza linguistica riconosciuta.

Mercoledì, 05 Dicembre 2018 14:21

Il cece nero della Murgia Carsica

Scritto da

Angelo ha una voce calda. Parla con fierezza della sua terra, della Murgia Barese e di Acquaviva delle Fonti. Il suo tono di voce è forte, esprime in ogni momento la sua grande passione. Mille chilometri per arrivare a Padernello, per condividere con altri quindici visionari l’amore per una agricoltura che crede nella biodiversità, nella rotazione, nella tradizione, nei prodotti veri genuini, fatti nel concetto di Slow Food: buono pulito e giusto.

Mercoledì, 05 Dicembre 2018 14:19

Fagiolo di Sorana

Scritto da

Terre di Cocomo è l'antico nome del podere a Buggiano in provincia di Pistoia.

Mercoledì, 05 Dicembre 2018 14:07

Lenticchia di Rascino

Scritto da

L'associazione produttori lenticchia di Rascino è composta da 30 produttori. Tra tutti i produttori riusciamo a produrre circa 250-300 quintali l'anno di produzione sporca. Pulito è sempre molto meno quindi sul mercato a grande scala non ci siamo.

Mercoledì, 05 Dicembre 2018 14:04

Fava di Carpino

Scritto da

Veniamo dalla Puglia e produciamo come presidio Slow Food la fava di Carpino. Storicamente questa fava nel nostro comune è coltivata da tantissimo tempo, dal 1600; scritti di Baratti lo testimoniano.

Pagina 1 di 7

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv