Mercoledì, 08 Luglio 2015 23:53

Nessun regalo: col Comune un patto per la cultura

Scritto da Domenico Pedroni

Ho letto sul Giornale di Brescia del 27 giugno un articolo che riporta le dichiarazioni dell’opposizione dell’Amministrazione del Comune di Borgo San Giacomo. Nello specifico viene testualmente riportato: «Altri motivi di scontro sono i presunti sprechi e gli errati investimenti come la convenzione stipulata con la Fondazione Castello di Padernello (45mila euro in tre anni)...».

Per altro in un altro volantino si dice che il Comune regala 45.000,00 alla Fondazione Castello di Padernello. In un altro ancora che i soldi per la convenzione 45.000,00 euro in tre anni sono soldi buttati! Vorrei per chiarezza e trasparenza di informazione far presente quanto segue: la Fondazione ha stipulato una convenzione con il Comune di Borgo San Giacomo, per la durata di tre anni, che prevede l’erogazione di 15.000,00 euro annuali. La somma di 15.000,00 euro verrà corrisposta dietro presentazione di apposita documentazione in due modi: quanto a 5.000,00 euro a sostegno dell’attività culturale svolta dalla Fondazione; quanto a 10.000,00 euro a sostegno degli interventi strutturali che la Fondazione effettua sull’immobile Castello.

Per chi non fosse a conoscenza, segnaliamo che il Comune di Borgo San Giacomo è proprietario al 51% dell’immobile e quindi quando eroga il contributo di euro 10.000,00 per opere di restauro è come se li erogasse a sé stesso, in qualità di comproprietario. Per ottenere la somma di euro 10.000,00 la Fondazione ha già presentato e protocollato in Comune di Borgo San Giacomo documenti di spesa per un importo di circa euro 85.000,00 (ottantacinquemila). Non credo che ci voglia un grande matematico per capire che a fronte di euro 10.000,00 ancora da erogare, il Comune ha già incrementato il valore della sua quota parte dell’immobile per più di euro 40.000,00. Per quanto attiene al contributo di 5.000,00 euro sull’attività culturale, la Fondazione svolge un’attività per più di 200/220 giorni all’anno. È del tutto evidente che, come certificato da enti, istituzioni, e dagli oltre 60.000 visitatori del Castello, il contributo appare di assoluta legittimità, bontà ed intelligenza operativa, creandosi di fatto nel Castello un sistema culturale di grande valore.

Inoltre la Fondazione ha istituito delle «Borse di apprendistato civico» per un importo di 5.000,00 euro che vengono erogate unicamente a giovani che espletano un’attività di volontariato. Di questi giovani la grande parte è di Borgo San Giacomo, quindi i soldi del Comune che sono dei cittadini, vengono di fatto erogati ai figli dei medesimi. Per ultimo voglio evidenziare che la Fondazione non ha ricevuto nessun regalo, nessuna cifra, tanto meno i 45.000,00 euro menzionati.

Forse entro fine anno, compatibilmente con le possibilità del Comune, introiterà quanto previsto dalla Convenzione, che prevede fra l’altro uno scambio culturale molto forte, prevedendo che tutti gli abitanti di Borgo San Giacomo possano venire gratuitamente dal martedì al venerdì a visitare il Castello e le Mostre in atto nel periodo e che la Fondazione collabori con il Comune per portare a Borgo San Giacomo, alcune delle iniziative, che normalmente si svolgono al Castello.

Infatti nel mese di Maggio è stata effettuata nel piazzale Gorio a Borgo San Giacomo, un’edizione straordinaria dei Mercati della Terra Slow Food ed anche per il teatro si stanno preparando delle iniziative. Quindi concludendo la Fondazione non ha ricevuto nessun regalo, non ha ricevuto i 45.000,00 euro, ma ha sottoscritto un patto, un accordo, dove insieme facciamo crescere il patrimonio del Comune di Borgo San Giacomo: per primo il patrimonio culturale, storico, artistico ed enogastronomico del nostro territorio, che valorizziamo con itinerari turistici, uno dei 12 progetti che Brescia ha portato all’Expo.

Per secondo facciamo crescere il patrimonio immobiliare del Comune di Borgo San Giacomo, ovvero tutte le volte che la Fondazione effettua restauri al Castello accresce direttamente il valore dell’immobile Castello. A nome della Fondazione, che rappresenta più di 60 volontari, circa 800 soci sostenitori, chiedo cortesemente di essere lasciati al di fuori delle beghe politiche e partitiche: non ci interessano. Chiediamo invece di essere valutati sul nostro lavoro, sulla promozione e valorizzazione del territorio, sul crescere e sviluppare coesione sociale e bene comune, sui progetti e sulle idee che tutti i giorni mettiamo in campo per trovare il modo per uscire dal Castello, poter collaborare per attivare modi e forme per il restauro delle cascine, per creare lavoro ai giovani ed avere un paese pedonale. Un piccolo borgo in grado di far crescere l’impegno sociale, in grado di dimostrare che con la forza, la competenza, l’impegno, l’entusiasmo e la passione le cose si possono fare, facendo crescere il Comune in cultura e patrimonio.

Domenico Pedroni - Vice presidente Fondazione Castello di Padernello

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv