Mercoledì, 09 Agosto 2017 04:26

L'uomo in viaggio V edizione: Paesaggi materiali immaginari

Scritto da

Torna al Castello di Padernello la V edizione della rassegna L’uomo in viaggio. Il tema sarà Paesaggi materiali immaginari, quattro incontri per indagare l'interazione tra lo spazio e l'umano nella sua dimensione più intima e profonda.

Il format, nato nel 2012, proseguirà anche quest’anno nella fortunata forma della scorsa edizione, gratuita, aperta e dialogica, e avrà come focus il paesaggio inteso come punto di contatto tra realtà materiale e immaginaria.

Giovedì 7 settembre (ore 21.00) aprirà la rassegna Franco Arminio poeta, scrittore, regista che ama definirsi paesologo. Roberto Saviano l'ha definito “uno dei poeti più importanti di questo paese”. Arminio propone una nuova pratica di viaggio: un turismo della clemenza. Una forma di turismo che intreccia svago e impegno civile, dove i luoghi non si vedono semplicemente, ma si ascoltano. Tra le sue pubblicazioni troviamo Geografia commossa dell'Italia interna (Mondadori 2013), e la raccolta di poesie Cedi la strada agli alberi (Chiarelettere 2017). Dialogherà con Franco Arminio, Nicola Rocchi giornalista e direttore di AB Atlante Bresciano di Edizioni Grafo.

Giovedì 14 settembre (ore 21.00) sarà il turno di Filippo Minelli artista contemporaneo bresciano di respiro internazionale. Pioniere in Italia di quella che verrà poi chiamata “street art”, continua la sua ricerca fondata sull'estetica della protesta. Dal 2011 si concentra in maniera metodica sulla sua terra di origine dedicandosi alla documentazione e alla concettualizzazione del paesaggio del nord Italia. Nasce così il progetto di ricerca visiva Padania Classics. Ha realizzato progetti artistici in tutto il mondo: dal Medio Oriente al SudAmerica, dall'Africa Occidentale alle Ex Repubbliche Sovietiche, senza dimenticarsi mai del suo luogo d'origine. Dialogherà con Filippo Minelli, Massimo Tantardini, autore e narratore teatrale, docente di Scenografia, Tecniche Grafiche Speciali e Relazioni Pubbliche all'Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia; oltre che coordinatore della Scuola di scenografia nell'accademia bresciana.

Si proseguirà venerdì 22 settembre (ore 21.00) con le travolgenti Funne – ragazze tra i settanta e gli ottant'anni che sognavano il mare dalla Val Daone. Il racconto di un viaggio dalle valli trentine all'isola di Ugljan in Croazia della regista documentarista e scrittrice Katia Bernardi. Dialogherà con l'autrice Massimo Morelli critico cinematografico bresciano, consulente per numerosi programmi e riviste dedicate al mondo del cinema.

La rassegna si concluderà venerdì 29 settembre (ore 21.00) con il regista Michelangelo >Frammartino, regista e artista visuale, anch'esso intervistato da Massimo Morelli. Nel 2010 realizza Le quattro volte – migliore film Sulmona Film Festival – che racconta il ciclo vitale di un uomo, di un animale, di un vegetale e di un minerale. Nel 2013 è autore di Alberi, una videoinstallazione dedicata la rapporto tra natura e ritualità di un piccola comunità. Viene presentata a New York e successivamente a Milano riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica.

La partecipazione a tutti gli appuntamenti sarà gratuita.

Fondazione Castello di Padernello

Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (Bs)

Contatti

+39 030 9408766 in orario d’ufficio
info@castellodipadernello.it

Canali social

| | | VIDEO

Orari di apertura del Castello

Dal Martedì al Venerdì: 9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
Sabato: 14.30 - 17.30
Domenica: 14.30 - 18.30

 

Il Castello è visitabile solo con guida negli orari indicati.

Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura. 

 

Tickets

visita al castello + mostra in corso: € 7,00
visita al castello + mostra in corso (ridotto): € 5,00
visita solo mostra in corso: € 4,00

L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso.