Lunedì, 19 Febbraio 2018 08:02

Torna a marzo il teatro a Padernello

Scritto da

Torna a marzo il teatro a Padernello in collaborazione con CTB Centro Teatrale Bresciano e con il contributo di Circuiti Teatrali dal Vivo, Regione Lombardia, Cultura Sostenibile, bando della Fondazione Cariplo.

A partire da domenica 4 marzo, per quattro fine settimana consecutivi, alle ore 20:45, andranno in scena 4 spettacoli teatrali.

L'edizione 2018 comincia domenica 4 marzo con un spettacolo per i più piccoli e le famiglie: Cappelli e... Capelli di Streghe inspirato a Le streghe di Roald Dahl, famoso scrittore di storie per bambini ma anche per adulti, con Franca Ferrari e Matteo Bertuetti, per la regia Fabrizio Foccoli.

Tutti conoscono le streghe, almeno a parole, ma pochi le sanno identificare con certezza. Questo spettacolo darà agli spettatori tutti gli elementi certi per riconoscere le streghe, ne saranno avvantaggiati soprattutto i bambini che così non cadranno nelle loro grinfie e quindi non ne subiranno gli incantesimi. Oltre a dare dei preziosi consigli, lo spettacolo ci farà vedere la strega suprema in azione durante la preparazione di un filtro magico che trasformerà i bambini in ...topolini! Il tutto giocato sul sottile filo tra divertimento e paura. Un pomeriggio per riconoscere e sfuggire dalle streghe!

Si prosegue venerdì 9 e in replica sabato 10 marzo con Opera Sentimentale di Camilla Mattiuzzo, per la regia di Matteo Angius e Riccardo Festa, con Woody Neri.

“Della famiglia si dice sempre tanto e spesso male. Eppure veniamo tutti da lì. Tutti ne abbiamo un’idea, un ricordo, un’impressione. E la chiamiamo per nome, come se un nome fosse buono sempre e per ogni occasione. In questa storia c’è una famiglia come in una fiaba, con un padre, una madre un nonno e tre fratellini. Che la storia la fanno i vincitori è vero, ma spesso la fanno pure i sopravvissuti, quelli che restano e, quando gli chiedi, rispondono: è andata così. Dunque sono tre, o lo saranno, i sopravvissuti. E per loro è andata così. Una fiaba. Un’opera. Sentimentale.”

Dunque sono tre, o lo saranno, i sopravvissuti. E per loro è andata così. Camilla Mattiuzzo vince il bando NDN Network Drammaturgia Nuova nel 2016/17 con il testo Opera Sentimentale. Per la messa in scena il progetto più convincente è quello presentato dalla compagnia Angius | Festa che ha il compito di portarlo nelle 10 piazze che fanno parte del network. La compagniaAngius | Festa vince il bando di produzione E45 Fringe Festival Napoli 2015 con il progetto "O della nostalgia". Nel 2016, con il drammaturgo Lorenzo Garzo, realizza la performance "Killing love - non siamo usciti vivi dagli anni 80". Si segnala in scena e per la regia l’orceano Riccardo Festa, volto bresciano televisivo e teatrale.

Venerdì 16 marzo, invece, si parlerà d'amore “...e se l'amore è cieco, la notte è il suo elemento...”. Un viaggio alla scoperta dell'amore: un sentimento unico, misterioso e inafferrabile che nessuno come William Shakespeare ha saputo restituirci così meravigliosamente. Lo spettacolo è una lettura a due voci – Mino Manni e Marta Ossoli – delle scene d'amore più famose scritte da Shakespeare . Dall'amore puro e assoluto di Romeo e Giulietta e da quello ilare e favolistico del sogno di una notte di mezza estate, giungendo all'ardito e furioso corteggiamento della bisbetica domata; dall'amore ambiguo e seduttivo di Riccardo III a quello folle e tragico di Amleto; dal legame sanguinario tra Macbeth e Lady Macbeth alla passione sensuale e perduta di Antonio e Cleopatra, arrivando infine alla tragedia della gelosia di Otello. Ad accompagnare e condurre il pubblico in questo percorso, la musica evocativa del violino di Alessia Rosini. Non solo una serata di alta cultura, ma un'esperienza emotivamente coinvolgente che vi farà riscoprire la profondità e la sorprendente attualità delle parole di Shakespeare, che ci riguardano anche a quattro secoli di distanza. Mino Manni era in scena a febbraio al teatro Franco Parenti a Milano con ”Delitto e castigo” di F. Dostoievskij.

La rassegna si conclude Venerdì 23 marzo con Dietro il ponte c'è un cimitero di Sandro Fontana, con adattamento e regia di Bruno Frusca. Un'opera sulla grande guerra nell'anno del centenario e a 50 anni dalla sua prima messa in scena da parte di Mina Mezzadri. Lo spettacolo riflette sull'amara consapevolezza che, nelle retrovie, presso gli alti comandi, si vada consumando la più immonda vicenda: quella dell'incapacità degli ufficiali superiori, elevata a genialità strategica, o, peggio ancora, quella dell'opportunismo.

La biglietteria è aperta dalle 20:15

ingresso ridotto per:

  • Minori di 25 anni
  • Cittadini di Borgo San Giacomo
  • Soci Fondazione Castello di Padernello

Per Spettacolo Cappelli e... capelli di streghe:

ingresso ridotto per:

  • Minori di 13 anni

Per informazioni e prenotazioni:
Fondazione Castello di Padernello
030 9408766
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fondazione Castello di Padernello

Via Cavour, 1 Padernello
25022 Borgo san Giacomo (Bs)

Contatti

+39 030 9408766 in orario d’ufficio
info@castellodipadernello.it

Canali social

| | | VIDEO

Orari di apertura del Castello

Dal Martedì al Venerdì:
9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
Sabato:
14.30 - 17.30
Domenica
14.30 - 18.30


Tickets

Visita Castello + Mostra - Intero: € 7,00
Visita Castello + Mostra - Ridotto: € 5,00
Visita Mostra: € 5,00

L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso. Il Castello è visitabile solo con guida negli orari indicati.
Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura.

newsletter