Mercoledì, 11 Giugno 2014 02:00

Padernello, sindaci e banche per la ripresa

Scritto da Tonino Zana - Giornale di Brescia

Giovedì 12 giugno, alle 18, presso il castello di Padernello, presentazione di uno studio socio-economico sul distretto Chiari-Orzinuovi, elaborato dalla Banca di Credito Cooperativo Pompiano Franciacorta, in particolare dal suo direttore generale Luigi Mensi e presentato dal prof. Vergalli ricer- catore dell’Università di Brescia. L’incontro organizzato dal Lions Club Rocca San Giorgio di Orzinuovi ottiene l’adesione di numerosi sindaci della zona.

Al convegno di Padernello, coordinato dal giornalista Tonino Zana, parteciperanno il presidente del Lions orceano, Andrea Battaglia, il sindaco di Orzinuovi, Andrea Ratti, il direttore generale Luigi Mensi e docenti universitari titolaridelle relazioni intorno alla questione sociale ed economica del distretto Chiari-Orzinuovi. Hanno aderito al convegno l’industriale Ubaldo Casalini, presidente tra l’altro della Bcc di Pompiano Franciacorta e Michelangelo Zucchi per la Coldiretti bresciana.

Il distretto clarense e orceano, formato da una trentina di paesi per almeno 100mila abitanti, soffre di una profonda crisi economica, essendo saltato l’impianto edilizio su cui si è fondato per molto tempo la sua economia e la sua struttura sociale. L’attività collaterali, artigianali e commerciali hanno risentito della caduta del settore edilizio e sul mercato si trovano migliaia di appartamenti invenduti.

I sindaci, negli ultimi Piani di governo del territorio sono corsi ai ripari, riducendo a zero o quasi la possibilità di espansione edilizia, ma, ormai, «i buoi erano fuori dalla stalla» e adesso non rimane che attendere un’improbabile ripresa del mercato edilizio, con un’iniezione di liquidità degli istituti bancari, una propensione inflattiva che permetta ai risparmiatori di uscire dai bunker della sfiducia.

Osservando alcuni dati fondamentali dell’economia della Bassa ovest, si segnalano depositi bancaridi circa 200milioni di euro ogni 10mila abitanti, con un 40% maggiorato di impieghi e una proprietà comunale di diversi milioni di euro nei Comuni più grossi e meno grossi del distretto.

Perché non unire le forze, sostengono diverse politiche economiche del distretto, individuare un punto potenzialmente espansivo e accedere a una grande idea-progetto che sia in grado di rompere l’isolamento della pianura, unire i Comuni e avvicinare la nostra terra alle grandi nuove vie di comunicazione verso il nord milanese e l’est aeroportuale e gardesano, verso le aree strette della Valtrompia e della Valsabbia con la strategica provinciale 19, da Villa Carcina a Montichiari, avendo a portata di mano Brebemi, Lenese riaggiornata, Tav e un’area di terra di campagna sottoposta esclusivamente alla rendita parassitaria delle regole obbligate dalla Comunità Europea. Non sottovalutando la nuova possibilità di espandersi oltre il fiume, la Bergamasca e il Cremonese, ora che le province sono in abolizione.

Al castello di Padernello, l’occasione per una proposta complessiva con il supporto di sindaci, banche, università.

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv