Venerdì, 26 Settembre 2014 02:00

Giovani filosofi al debutto sull’ospitalità

Scritto da Raffaella Mora - Giornale di Brescia

Ci sono percorsi di studio che, più di altri, muovono dalla passione. E, anche una volta raggiunta la laurea, libri e i saperi non restano a prendere polvere, ma continuano a vivere, ad alimentarsi, a circolare. Quale che sia la nuova strada imboccata dopo l’università.

Federico Lotta, 31enne di Coccaglio, si è per esempio diplomato al liceo Leonardo - allora distaccamento del Calini - a indirizzo linguistico, poi ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione a Verona e infine, sempre lì, la specialistica in Filosofia. Oggi lavora in un’azienda vitivinicola della Franciacorta.

Alberto Doscioli (classe 1985, di Concesio) ha dal canto suo aggiunto all’iter accademico in Filosofia a Verona una seconda laurea in Scienze Religiose a Brescia; oggi è al quinto anno: di mattina insegna in scuole secondarie, medie e superiori; di pomeriggio e di sera si dedica a discipline che, in fondo, di affinità con la filosofia ne hanno più d’una, a partire probabilmente dal culto della domanda.

Alberto e Federico saranno i protagonisti, stasera alle 21 (26 settembre - ndr) al Castello di Padernello, dell’ incontro «Da Sodoma ai Cie: comunità e ospitalità» nell’ambito di «Saperi inascoltati», il ciclo di sei appuntamenti organizzata dalla Fondazione Castello di Padernello.

Per Federico Lotta la filosofia è nient’altro che «una passione», accesa negli anni soprattutto dalla storia della filosofia e dall’etica, dalla filosofia morale e politica. Non a caso nella sua tesi di laurea specialistica Federico ha analizzato, a partire dai Cie, la forma campo come paradigma della politica contemporanea. Non un lavoro strettamente focalizzato sui Cie, tanto meno un trattato sociologico o fenomenologico, ma un elaborato in cui comunque l’accoglienza e l’antinomia inclusione/esclusione hanno avuto un certo peso. E che si lega a doppio filo a quanto svolto da Alberto Doscioli nella sua tesi triennale in Scienze Religiose, incentrata sull’approfondimento dei testi della Genesi 18 e 19, guardando in particolare all’ospitalità, con gli episodi di Abramo alle querce di Mamree in seguito quello di Sodoma.

«Generalmente associato all’omosessualità o alla violenza sessuale - spiega Alberto - ma è una visione nostra: il tema è al contrario fortemente legato all’ospitalità». E qui, dunque, si chiude il cerchio, con Alberto Doscioli che affronterà il dialogo partendo dalle civiltà antiche - i testi biblici, appunto, ma pure Omero - per poi lanciare l’assist a Federico Lotta che proporrà una sorta di attualizzazione, sebbene a sua volta fondata anche su testi antichi. «In realtà - spiegano - non vogliamo circoscrivere l’ospitalità, né imbrigliarla in una definizione rigida. Tutt’altro: intendiamo aprire prospettive, riflessioni, punti di fuga».

Per Alberto Doscioli, la filosofia rimane in qualche modo il pane quotidiano. «In effetti - considera - il taglio degli studi in Scienze Religiose è abbastanza simile a quello filosofico, si basa molto sull’analisi del testo». Il cammino di Federico Lotta, invece, ha preso una strada differente. Ma la filosofia non se ne va:«Rimane la mia passione, al pari della musica»

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv