Sabato, 06 Febbraio 2016 15:51

Un «Libro bianco» pieno di idee per rilanciare il Castello

Scritto da Wilda nervi - Giornale di Brescia

I promotori di «Amici del Cidneo onlus», Giovanni Brondi, Nicola Berlucchi, Pietro Cadeo, Marco Vitale e altri 46 soci sostenitori, si sono presentati un anno fa come un «laboratorio di idee per ridare vita al Castello» proiettandolo verso cittadini e turisti che sempre in numero maggiore dovrebbero trovare le condizioni ideali per visitare agevolmente anche le tante parti oggi precluse o irraggiungibili per chi è portatore di disabilità.

Hanno molto lavorato in questi mesi al «Libro bianco», opera di mole notevole e di qualità, per presentarlo all’Amministrazione comunale e all’intera comunità bresciana. Riassume idee e proposte che, anche se non ancora progetti esecutivi, sono verificate e concretizzabili, a partire proprio da quelle dell’ingegner Nicola Berlucchi raccolte nel «progetto» commissionatogli dalla precedente Amministrazione.

Iniziative. Il comitato è pronto anche al ruolo di «nobilitatore di risorse finanziarie, da indirizzare sui progetti di interesse per il Comune o altri enti», non per chiedere soldi agli stessi ma per intercettare fondi dell’Unione Europea, della Regione, di ministeri, fondazioni e sponsor privati.

L’area del Castello è molto vasta, piena di potenzialità, «contenitore» di moltissimi progetti. Le terrazze panoramiche, la fossa viscontea, la strada del soccorso, la palazzina Haynau, i sotterranei, i musei, le pendici che potrebbero diventare percorsi sportivi, il ronco Pusterla attendono di essere sfruttati. A cominciare, perché no, dalla fossa viscontea che è spazio adatto ad accogliere spettacoli teatrali, intrattenimento e cinema estivo sfruttando la cornice d’eccezione e strutture permanenti confortevoli e di facile realizzazione. Lo stesso dicasi per il bar con terrazza all’aperto e dependance nella casa ex custode, o il ristorante nella palazzina Haynau allargata al piazzale della locomotiva. Risultati concreti stanno già profilandosi con il progetto «Luce in castello» in elaborazione con A2A.

Dall’insieme emerge l’idea chiave di una stretta collaborazione tra strutture pubbliche ed energie private, del quale il «Libro bianco» vuole essere testimonianza. «Senza questa collaborazione – hanno ribadito Brondi e Vitale - non si va da nessuna parte. Il nostro libro è rappresentazione di quanto è possibile costruire. Un dono alla città, pronti a continuare ad essere animatori e valorizzatori delle risorse bresciane».

Un capitolo, infine, è dedicato alla rassegna dei castelli europei e provinciali turisticamente appetibili da imitare. Tra loro ci sono il castello di Lubiana e Besancon e, vicino a noi, Padernello che dal totale abbandono ha saputo recuperare, grazie a volontari e Comune, successo e nutrita frequentazione.

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv