Lunedì, 04 Aprile 2016 01:34

Cultura: il Comune premia l’impegno di Ignazio Parini

Scritto da E.A - Giornale di Brescia

Il giusto premio per una vita dedicata con amore e passione al proprio Comune e alla propria comunità: è quello che l’Amministrazione comunale di Borgo San Giacomo ha elargito a Ignazio Parini con la cerimonia tenutasi nella sala consigliare del Municipio.

Consegnato dal sindaco Giuseppe Lama, «l’attestato di alta benemerenza civica è il doveroso riconoscimento per un uomo che da sempre si è distinto in ambito civile e culturale», ha osservato lo stesso Lama.
Sport e politica. Il primo amore di Parini, classe 1959, è lo sport:
nel 1984 è tra i fondatori della locale squadra di calcio amatoriale e, dal 1990 ricopre il ruolo di membro della Commissione Sport comunale. Nel 1994 l’approdo
in politica, con l’elezione in qualità di consigliere comunale di minoranza per la «Lista Civica». Cinque anni più tardi arrivano anche gli incarichi come assessore alla Cultura, Sport e tempo libero e vicesindaco. Promotore, organizzatore e direttore artistico delle Feste Patronali, nel 2001,
in concerto con altri quattro assessori di Comuni limitrofi, è tra gli ideatori del progetto «Odissea, Festival della Valle dell’Oglio», di cui sarà anche responsabile amministrativo dal 2005.

Nel 2004 arriva la terza rielezione e la conferma delle cariche amministrative sin qui ricoperte.
Nello stesso anno è anche co-autore e curatore del volume «Borgo San Giacomo: testimonianze di un territorio» (Compagnia della Stampa).
Nel Castello. Da sempre convinto sostenitore dell’importanza (anche economica) della rivalutazione storica, culturale e turistica dei luoghi e dei monumenti presenti sul territorio, Pariniè in prima fila in alcune importanti iniziative:
il recupero di alcune sale del palazzo dei «Della Volta» in Acqualunga (frazione di Borgo San Giacomo), l’inaugurazione
del Museo ornitologico «SerafinoFiamenghi »,con oltre 500 animali impagliati. Fondamentale anche l’impegno nei lavori di parziale recupero del settecentesco chiostro pre-napoleonico (detto «Sagrato») a Borgo San Giacomo.
Ma l’autentico fiore all’occhiello di una «carriera» spesa a favore della propria comunità è certamente il ruolo giocato da Ignazio Parini nelle trattative che, nel 2005, porteranno all’acquisto del Castello di Padernello da parte del Comune di Borgo San Giacomo, insieme a una società di imprenditori locali.
Socio fondatore e presidente di «Nymphe, Fondazione Castello di Padernello» per dieci anni, Parini ha ceduto il ruolo operativo a Domenico Pedroni per ricoprire l’incarico di presidente onorario.

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv