Domenica, 17 Marzo 2013 23:00

Con la primavera del Fai soffia il vento della cultura e dell’arte

Scritto da Salvatore Montillo

Presentato l’appuntamento con le due giornate, in programma il 23 e 24 marzo, dedicate alla scoperta delle bellezze bresciane.
(il castello di Padernello aderisce all' iniziativa domenica 24 marzo - ndr )

«Fare cultura per formare cittadini responsabili». In occasione della presentazione della ventunesima edizione delle Giornate di Primavera del Fai (Fondo Ambiente Italiano),che si è tenuta nella sala del Consiglio comunale di Palazzo Loggia a Brescia, più voci hanno ripetuto il concetto espresso da Maria Gallarotti, capo delegazione del Fai di Brescia. «Le giornate di primavera - ha detto Gallarotti - rappresentano ormai un pellegrinaggio di tantissimi italiani, 600mila lo scorso anno, per scoprire le perle di rara bellezza del nostro territorio. Conoscere e comprendere il paesaggio che ci circonda, ci rende responsabili nel tutelarlo e ci aiuta a sviluppare una cittadinanza consapevole e culturale».

Per le Giornate di Primavera, che si terranno sabato 23 e domenica 24 marzo, la Delegazione del Fai di Brescia ha predisposto un itinerario tematico dedicato alle dimore delle maggiori famiglie aristocratiche bresciane, in un rapporto che lega i palazzi della nobiltà cittadina e le «ville di delizia» in provincia. In tutto sono diciotto i beni aperti, dei quali undici sono palazzi o castelli di grandi casati, edificati fra ’500 e ’700, quasi tutti normalmente chiusi al pubblico. Un itinerario che offre una panoramica storica e un approfondimento culturale dell’identità del nostro territorio

E veniamo ai numeri.Lo scorso anno i beni aperti dalla delegazione bresciana del Fai sono stati visitati da 19.600 «pellegrini», il 20% dei quali provenienti da fuori provincia. Dalla prima edizione ad oggi i visitatori sono stati in tutto 180mila.Oltre alla città, sono coinvolti otto Comuni e tra le aperture si contano cinque luoghi di culto, dieci palazzi, un castello e due musei. Le guide volontarie sono 137 e 92 i responsabili dell’accoglienza al BancoFai, anch’essi volontari. A questi vanno aggiunti, infine, i 169 studenti ciceroni. «La partecipazione degli studenti - ha spiegato Federica Martinelli, responsabile Fai Giovani - è un’idea che caratterizza le Giornate di Primavera della nostra città e che ha dato ottimi risultati negli anni scorsi.Ci fa piacere sapere che altre delegazioni da quest’anno adotteranno la nostra stessa strategia».

La partecipazione degli studenti alle Giornate di Primavera non è l’unica idea tutta bresciana «copiata» da altre città. La delegazione del Fai di Brescia è stata, infatti, la prima a sviluppare il progetto «Arte, un ponte fra culture», che è stato adottato dal Fai nazionale ed esteso poi ad altre 80 città. «Si tratta - ha spiegato Maria Giuseppina Conte Archetti, presidente dell’associazione Amici del Fai - di coinvolgere in queste giornate gli stranieri residenti in Italia e formarli come guide». Grazie a questa iniziativa le visite ai beni possono essere seguite in 17 lingue straniere. E qualcuno ha già ribattezzato l’acronimo Fai in «Favorire amicizie internazionali». Altro progetto legato alle Giornate di Primavera si chiama «Liberiamoci con l’Arte», orga- nizzato in collaborazione con la Casa di Reclusione di Verziano e con l’Associazione Carcere eTerritorio onlus. Grazie a questo percorso formativo quattro detenuti potranno affiancare i volontari del Fai durante le Giornate di Primavera 2013. Altra idea che, come le altre, merita di essere riproposta a livello nazionale.

INFO//CONTATTI

  • Fondazione Castello di Padernello
    Via Cavour, 1 Padernello
    25022 Borgo san Giacomo (Bs)
  • +39 030 9408766
    in orario d’ufficio
  • indirizzo email
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARI

  • Dal Martedì al Venerdì
    9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.30
    Sabato pomeriggio
    14.30 - 17.30
    Domenica pomeriggio
    14.30 - 18.30
  • Il Castello è visitabile solo con guida. L'ultimo ingresso valido per effettuare la visita è un'ora prima della chiusura.

Tickets

  • Visita guidata Castello + Mostra
    Intero: € 7,00 // Ridotto € 5,00
  • Visita guidata Mostra
    € 5,00
  • L’importo può variare a seconda del tipo di evento in corso

newsletter

LOVE&GRATITUDE

google adv